Highlight - Cultura e società

Tutti giù per terra, di Giovanna Cardini

17.06.2009 - La cura del malato neurologico attraverso l'ascolto. Tema centrale del testo, che si avvale sia della forma narrativa che di quella epistolare, è l’incontro tra chi chiede aiuto e chi lo offre.

Questo libro racconta il viaggio dell’Autrice, professionale e inevitabilmente personale, attraverso il misterioso, e per molti versi ancora sconosciuto e temuto, mondo della malattia neurologica, rivisitato con un approccio che ruota esclusivamente intorno alla persona malata in quanto soggetto portatore-parlante di un determinato disagio, che va prima di tutto accolto e ascoltato. La cura deve mirare a ricostruire l'unità organica dell'individuo la cui sofferenza è determinata dall'assenza di sinergia tra corpo, anima e mente.

Tema centrale del testo, che si avvale sia della forma narrativa che di quella epistolare, è l’incontro tra chi chiede aiuto e chi lo offre, ossia quella relazione preziosa che può "far da ponte" tra il disagio e un nuovo modo di vivere.

Al malato neurologico "non manca" niente, anzi la sua malattia coincide in qualche modo con l'eccesso, ed è per questo che prendersene cura significa insegnargli, ricordargli ancora come si fa a respirare, a lasciarsi andare, a stare con fiducia sulla Terra nel momento presente e a disfarsi di tutto ciò che è superfluo e che soffoca la sua vita per ritrovare l'essenza, la verità e la bellezza; solo così il corpo torna ad essere un comodo luogo da abitare e non un fardello pesante da trascinare.

 

(dal retro di copertina)

condividi questo articolo
comments powered by Disqus